20.1.14

Torta di pane e latte



Buon lunedì!
Come avete passato il weekend nonostante questo tempaccio? Io sono stata molto bene! In questo periodo sto riscoprendo il potere delle cose semplici e il valore delle cose vecchie e riciclate! Intendiamoci, non è che le cose nuove mi fanno schifo, anzi, spesso mi lascio tentare e cedo alla tentazione di nuovi utensili da cucina, nuovi libri, di uscite al cinema, per non parlare di nuove borse, scarpe e vestiti, ma in questo periodo in cui trascorro anche tanto tempo in casa, in cui questo tempo non invoglia ad uscire, sto riscoprendo il valore e l'importanza di vedere un vecchio film, magari anche famoso, ma uscito anni prima che nascessi e quindi per me sconosciuto, o di leggere un libro preso in prestito in biblioteca o comprato e poi riposto su una mensola in attesa di essere iniziato o di provare ricette trascritte su un vecchio quaderno, al posto di comprare l'ennesima, patinata rivista di cucina, che come sappiamo tutte ci fa tanta gola, ma poi abbiamo una lunghissima lista di ricette ancora da provare e infine rivestire vecchie scatole e vecchi quaderni con allegre carte colorate, dando loro nuova vita, nuovo significato e anche un tocco shabby-chic! ;)
Ecco quindi come è passato il mio weekend oltre a tazze di tè  bollente, sorrisi, abbracci e serate passate in casa al calduccio.

E per restare in tema di vecchie ricette e di riciclo ecco che vi presento questa torta, buonissima sia come torta da colazione o merenda, ma anche come un gustoso dessert dopo una sostanziosa e tipica cena invernale, magari un bel piatto di polenta con un succulento spezzatino e che vi permetterà di far fuori dell'eventuale pane vecchio.






Torta di pane e latte

(per una tortiera da 26cm)

5-6 panini raffermi
latte sufficiente a coprire i panini
2 o 3 uova
6-7 cucchiai di zucchero
3/4 di una scatola di cacao amaro
60 gr burro
3 cucchiai di marsala
uvetta 

Intiepidite il latte e versatelo sui panini posti in una ciotola capiente. Schiacciateli affinché si inzuppino bene e lasciate in ammollo per circa 2 ore. Trascorso il tempo strizzate il pane e strappatelo in piccoli pezzi e mettetelo in una ciotola. Aggiungete le uova sbattute, lo zucchero, il cacao, il burro fuso, il marsala e infine l'uvetta ammollata in acqua tiepida. Amalgamate bene e versate nella tortiera rivestita di carta forno umida. Cuocete per circa un'ora a 180°. Dovrà risultare compatta, ma risulterà sempre un pò umida. 





14 commenti:

  1. Eccola qui!!!!
    Ho visto il tuo commento ed eccomi!!!
    È bella e molto golosa!! Mi piace il Marsala dentro, credo gli dia un tocco elegante e raffinato!
    Baci!!! Roby

    RispondiElimina
  2. Che buon riciclo! Anch'io faccio una torta simile, adoro queste consistenze! Sai che anche a me piace ogni tanto fermarmi per godere delle cose che ho senza correre sempre a cercarne di nuove? Buona serata!

    RispondiElimina
  3. Sono passato qui leggendo il commento che hai lasciato sul blog di Roberta! Mi piace questa tua preparazione; sto pensando di fare qualcosa di simile anch'io per far fuori il pane in cassetta avanzato da Natale, dovrebbe funzionare (spero). Ciao, a presto (nuovo lettore)

    RispondiElimina
  4. Bravissima! Mi piace questa cosa dei " non si spreca niente-!
    V

    RispondiElimina
  5. Sai che questo weekend l'ho fatta anche io? Si vede che un po' in tutte le case in questo periodo c'è del pane raffermo ^_^ Prima o poi la posto!
    Baci
    V

    RispondiElimina
  6. È una di quelle torte che mi accompagnano da quando ero piccola, è buonissima!
    Un salutone Susy

    RispondiElimina
  7. Mi piace questa tua nuova filosofia..anche con riferimento a libri e riviste di cucina..li compro, li sfoglio, ma poi, almeno per il salato, faccio sempre di testa mia, non provo mai le ricette propose. E infatti, mi stavo interrogando sul senso di continuare a spendere soldi per comprarle...questa torta di pane sembra invitantissima..una fetta a colazione mi avrebbe resa molto felice :) Bacino e buona settimana

    RispondiElimina
  8. Mi piace un sacco...La preparava sempre la mia nonna...Mi fà tornare bambina!!!

    RispondiElimina
  9. Ottima idea di riciclo, brava!

    RispondiElimina
  10. Ciao Fede :) Sono d'accordo con te, le cose nuove sono belle ma quelle vecchie e riciclate hanno un grande valore e non sono da sottovalutare, credo che nella semplicità si nasconda sempre un grande tesoro. La tua torta ne è un esempio, da ingredienti semplici hai fatto nascere una delizia e poi il tocco dato dal marsala mi piace tantissimo! Voglio provarla, deve essere davvero buona :) Complimenti e un forte abbraccio, buona giornata :**

    RispondiElimina
  11. Cara è da un pò che non ti leggo da me.. tutto bene? passo per mandarti un caldo saluto e un abbraccio.
    Buona giornata! Vally

    RispondiElimina
  12. ciao cara! io mio week end è stato un po' una schifezzuola, con febbre e influenza! e ancora oggi me la porto appresso! però vedere la tua torta pane e latte che tanto mi rimanda a ricordi di infanzia, mi dà serenità. ora la salvo e la confronto con quella della mia nonna! Grazie e baci!

    RispondiElimina
  13. Condivido il principio del riciclo, dà grande soddisfazione poter ridare vita con un nuovo utilizzo a qualcosa. L'idea della torta con panini raffermi mi piace molto... Peccato che il pane raffermo senza glutine diventi un mattone... Potrei sempre provare ad utilizzarlo come arma contundente ;)

    RispondiElimina
  14. che bella che è! e ottima per usare il pane vecchio!!! poi con il cacao.. sicuramente è golosissima!!! :)

    RispondiElimina

Regalatemi un sorriso, lasciatemi un commento :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...